Treccia salata con carciofi

Quando ho realizzato la treccia salata (qui la ricetta) la pasta (presa da una ricetta del bimby) mi è piaciuta così tanto che ho pensato di realizzare una treccia salata con carciofi.

La treccia salata con carciofi è perfetta per Pasqua o per la gita di pasquetta!

Treccia salata con carciofi

Treccia salata con carciofi

Ingredienti:

Per la pasta:

  • 300 g di latte
  • 250 g di farina “00”
  • 250 g di farina manitoba
  • 50 g di olio di oliva
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 10 g di sale fino
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 1 uovo
  • acqua olio e mandorle a lamelle per decorare

Per il ripieno:

  • 6 carciofi
  • 150 g di mortadella a fettine
  • 200 g di fiordilatte

Procedimento:

In una ciotola mettere la farina mescolata con il sale, aggiungere l’olio. In un bicchiere sciogliere il lievito con un cucchiaino di zucchero e un po’ di latte tiepido e aggiungerlo alla farina. Impastare bene, aggiungendo il resto del latte, evitando di aggiungere altra farina.

Coprire l’impasto e farlo lievitare per almeno un’ora.

Pulire i carciofi (lasciandone uno a parte), tagliarli a spicchi e saltarli in padella con un po’ di olio, aglio, prezzemolo e sale e far cuocere con un po’ di acqua (o brodo vegetale).

Dividere la pasta in tre parti uguali. Ricavare tre rettangoli di pasta, stenderli e ricoprirli con le fette di mortadella, distribuirvi sopra i carciofi e il fiordilatte tagliato a pezzetti.

Chiudere ogni rettangolo formando un cilindro e intrecciare i tre cilindri formando una treccia.

Mettere la treccia rustica in una teglia (io ho utilizzato uno stampo per plumcake) e lasciarla lievitare per un’altra ora almeno. Spennellare con un’emulsione di olio e acqua, cospargere con lamelle di mandorle e infornare a 180° per circa 30 minuti.

La treccia salata è ottima sia tiepida che fredda o il giorno dopo.

Bon appetit…

Vuoi ricevere la newsletter del mio blog? Clicca qui, periodicamente ti arriveranno le ultime  ricette pubblicate o qualche idea speciale scelta per te!

Ti ricordo inoltre che puoi seguirmi anche su facebook o su twitter!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.