Frittata con rucola, erba portulaca e pomodori secchi

Frittata con rucola, erba portulaca e pomodori secchi

Vi ricordate dell’erba portulaca? Beh ne ho avuta altra e non ho resistito alla tentazione di provare a fare una frittata con rucola e erba portulaca, ispirata da una ricetta trovata sul web!

È stata una vera sorpresa: ho arricchito la frittata con rucola ed erba portulaca con pomodori secchi e scaglie di formaggio, una vera bontà!

Frittata con rucola, erba portulaca e pomodori secchi

Frittata con rucola, erba portulaca e pomodori secchi

Ingredienti per 4 persone:

  • 6 uova
  • 100 g di erba portulaca e rucola
  • 4 pomodori secchi
  • 1/2 bicchiere di latte
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Peperoncino (tec al)
  • Scaglie di parmigiano

Procedimento:

Lavare bene la rucola e la portulaca, ridurre la portulaca in foglie e spezzettare il gambo. Scegliere  una padella adatta poi per la frittata (io l’ho fatta un po’ più alta) e mettere 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, un po’ di peperoncino e far riscaldare un pochino, aggiungere le verdure, un filo di acqua e farle ammorbidire. Aggiungere anche i pomodori secchi tagliati a pezzetti. In una ciotola mettere le uova con un pizzico di sale (poco, che il pomodoro secco potrebbe essere salato), il latte e amalgamare bene.

Appena l’acqua delle verdure si sarà asciugata, togliere la padella dal fuoco, versarvi il composto di uova e rimettere sul fuoco, a fuoco medio, con la padella coperta.

Lasciar cuocere, sempre dolcemente, fino a quando non riuscirete a girarla senza romperla. Completare la cottura per qualche altro minuto, adagiare la frittata su un piatto da portata, decorare con scaglie di parmigiano e servire subito.

Bon appetit…

Vuoi ricevere la newsletter del mio blog? Clicca qui, periodicamente ti arriveranno le ultime  ricette pubblicate o qualche idea speciale scelta per te!

Ti ricordo inoltre che puoi seguirmi anche su facebook o su twitter!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.